Skip to content

Papa Francesco a Valdocco

22 giugno 2015

pope 1

Papa Francesco a Valdocco

Torino (Italia). Si è svolto, il 21 giugno, nella Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino l’incontro del Santo Padre con la Famiglia salesiana. Papa Francesco, dopo essere stato pellegrino alla Sindone e aver omaggiato la Madonna della Consolata, è giunto a Valdocco, cuore della salesianità.
Ad accoglierlo festosi, tra applausi e acclamazioni i giovani, gli educatori e il popolo che quotidianamente anima la vita della Basilica di Maria Ausiliatrice, di Valdocco e di tutto il quartiere che un tempo è stata la periferia di Torino.

Dopo aver salutato la folla che lo attendeva in piazza Maria Ausiliatrice, il Pontefice è stato accompagnato all’ingresso della Basilica e si è recato a venerare le spoglie di don Bosco all’altare a lui dedicato. Un momento di preghiera personale e intenso, realizzato da un Papa gesuita che non ha mai nascosto la sua devozione a Don Bosco e i suoi tratti tipicamente “salesiani”.
A nome della Famiglia Salesiana, il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, nel suo saluto al Pontefice lo ha ringraziato per la sua visita e rinnovato l’impegno da parte di tutti coloro che s’ispirano a don Bosco a seguire gli insegnamenti del Papa, specie “nella cura particolare dei giovani poveri”. Ha ricordato come don Bosco avesse “iniziato tutto con un’Ave Maria, nella forma di un oratorio”, spiegando anche che il suo “segreto” stava nell'”accettare la vita come missione tra i giovani, datagli da Dio” nella certezza che “Dio vuole la salvezza di ogni giovane, a partire dai più esposti al disagio umano e religioso”. Il Rettor Maggiore ha poi consegnato alcuni doni a papa Francesco, tra cui anche la moto d’epoca realizzata dai giovani allievi del Centro di Formazione Professionale di Bra.

Ha fatto seguito la parola del Santo Padre che ha subito abbandonato il discorso ufficiale per parlare con maggiore spontaneità. Ha sottolineato la sua esperienza personale con i Salesiani e la Famiglia salesiana, la creatività e la concretezza di don Bosco e dei suoi figli spirituali, la figura di Maria Ausiliatrice, l’amore per l’Eucaristia e la Chiesa, la gioia salesiana, l’amorevolezza, l’educazione al bello, il ruolo della donna…
Parlando di Mamma Margherita (“senza la quale non si può capire don Bosco”) il Santo Padre è intervenuto sul tema del ruolo della donna e dei modelli educativi femminili da proporre alle giovani ragazze, alle allieve dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Non il funzionalismo dei ruoli, ma l’educazione secondo le figure autorevoli di donne che sanno amare, è stata la risposta del Papa a chi chiede nomine femminili ai vertici curiali.
Papa Francesco ha anche parlato dell’attualità e, facendo un paragone con l’epoca di don Bosco, ha osservato che “oggi tante cose sono cambiate, ma la situazione dei giovani è più o meno la stessa”. Per questo ha esclamato che “il vostro carisma è di un’attualità grandissima” e ha invocato scelte coraggiose da parte dei Salesiani, affinché come don Bosco sappiano rischiare e sappiano essere concreti: “il salesiano è concreto: vede il problema, pensa a cosa fare e prende in mano la situazione”.
Ha poi richiamato l’attenzione alla formazione professionale, specie oggi, di fronte alla piaga della disoccupazione giovanile, che porta a richiedere “un’educazione a misura di crisi”; e “la missionarietà”, testimoniata da tanti uomini e donne che hanno speso la loro vita per l’evangelizzazione delle genti, comprese quelle della Patagonia.

L’attesissimo incontro di papa Francesco nella Basilica di Maria Ausiliatrice ha avuto così termine, ma non la festa, che è proseguita tra l’entusiasmo dei presenti non appena il Santo Padre si è riaffacciato sulla piazza antistante, per rivolgere nuovamente il suo sguardo e la sua attenzione ai pellegrini, ai giovani e ai fedeli in attesa.
«Sono tanto riconoscente alla Famiglia salesiana per quello che ha fatto nella mia vita», ha così concluso invitando a vivere sempre nella gioia, spiritualità e anima di ogni oratorio.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: