Skip to content

22/09/2014 – Apertura ufficiale del CG XXIII

23 settembre 2014

Roma (Italia).Oggi 22 settembre presso la Casa generalizia a Roma, si è aperto ufficialmente il 23° Capitolo generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, sul tema “Essere oggi con i giovani casa che evangelizza”.
Alla cerimonia hanno partecipato diverse autorità ecclesiastiche e religiose: il Card. João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica; i Cardinali Tercisio Bertone e Raffaele Farina; don Ángel Fernandez Artime, Rettor Maggiore della Congregazione salesiana con il suo Vicario don Francesco Cereda e altri Consiglieri generali, con molti Confratelli salesiani; rappresentanti dei vari gruppi della Famiglia salesiana, giovani, novizie salesiane, FMA partecipanti al Capitolo generale XXIII e altre rappresentanti di tutte le FMA di Roma e del mondo.
La giornata è iniziata con la Celebrazione eucaristica presieduta dal Rettor Maggiore dei Salesiani don Ángel e concelebrata da don Francesco, Vicario generale e dal Segretario del Rettor Maggiore.
Nell’introduzione è stata evocata la “casa”, luogo di accoglienza e di comunione, di relazione e condivisione della fede, luogo dove si vive lo spirito di famiglia. La centralità dell’ascolto della Parola ha simboleggiato l’accoglienza e l’invocazione di luce e discernimento del sogno di Dio per l’Istituto.
Nell’omelia il Rettor Maggiore ha fatto riferimento a tre immagini richiamate nel Vangelo del giorno: luce, trasparenza delle mura e tesoro. Tre spinte per essere nella vita quotidiana, con i giovani e per i giovani, costruttrici di una casa accogliente, di porte spalancate, di ardore missionario e di condivisione e sincero affetto.
Al momento dell’offertorio, la Madre e le Consigliere sono state chiamate a porre le loro mani sull’altare, segno che tutto l’Istituto è presente nel gesto di consegna e offerta, con la ricchezza della diversità e dell’universalità. Al termine della messa la Madre ha consegnato alle Presidenti una luce e le Consigliere generali hanno offerto a ciascuna Capitolare un piccolo mattone, simbolo della partecipazione e collaborazione alla realizzazione del Capitolo.
Il momento ufficiale dell’inaugurazione è iniziato con la sfilata delle bandiere: un’immagine vivace per dire che tutto il mondo delle fma è chiamato a vivere l’evento capitolare come un momento importante nel cammino dell’Istituto. Con vivo entusiasmo e partecipazione è stata cantata l’invocazione allo Spirito Santo.
Madre Yvonne Reungoat ha dato il suo Benvenuto a tutti i presenti dicendo: «Sono lieta della vostra presenza in mezzo a noi, segno di stima e apprezzamento nei confronti dell’Istituto che oggi celebra l’inizio ufficiale del Capitolo generale XXIII. Il vostro essere qui ci onora e ci incoraggia a vivere l’esperienza capitolare come evento ecclesiale e carismatico. Il tema del Capitolo – essere oggi con i giovani casa che evangelizza – sarà il cuore della preghiera, della riflessione e del discernimento che condivideremo nell’Assemblea capitolare. Questo tema risponde al nucleo più profondo della nostra identità carismatica ed è in sintonia con il cammino della Chiesa rilanciato dal Sinodo dei Vescovi sulla Nuova evangelizzazione e dalle sollecitazioni di Papa Francesco, che invita i giovani ad essere protagonisti della loro vita, artéfici del presente e del futuro della Chiesa e della società.
La speranza è la prospettiva da cui guardiamo il mondo, ascoltiamo il suo grido, ci lasciamo interpellare dalle sue sfide, dalle nuove e vecchie povertà che lo minacciano non solo sul piano economico, ma su quello umano, culturale, sociale, religioso. Con i giovani e con tutta la comunità educante ci impegniamo a costruire la casa della fraternità attraverso rapporti umanizzanti, animati dalla spiritualità del Sistema preventivo di don Bosco».
A seguire c’è stato il saluto del Cardinal João BRAZ de AVIZ, che ha offerto una riflessione sulla Vita Consacrata, parte integrante della Chiesa, evidenziando le tre dimensioni su cui è necessario puntare: tornare in modo profondo e trasparente alla sequela Christi, vivere l’essenzialità del carisma del Fondatore e aprirsi alla cultura attuale. Ha poi concluso con un augurio: «Che il Padre abiti con voi: se vi sentite a casa, siete casa anche per i giovani».
Anche don Ángel, il Rettor Maggiore, ha rivolto il suo saluto alle Capitolari e si è rallegrato per l’avvio del Capitolo, che avviene in un momento storico, all’interno dell’Anno Bicentenario della nascita di don Bosco e alle porte dell’anno dedicato alla Vita Consacrata, e ha concluso: «Il desiderio di essere oggi con i giovani casa che evangelizza, vi richiederà, senza dubbio, come viene chiesto a tutti nella vita religiosa, una scelta coraggiosa verso una esistenza vissuta in radicalità evangelica, superando nostalgie del passato per continuare avanzando verso un presente e un futuro carico di fecondità.
Come quei discepoli che nel cammino verso Emmaus hanno vissuto un’esperienza di vita trasformante, anche voi abbiate la forza di aderire totalmente alla persona di Gesù e di assumere con gioia la missione che Egli vi affida: prolungare la sua presenza ed essere Buona Notizia con i giovani e per i giovani; essere cioè, discepole missionarie, affinché tutti si sentano in casa. L’incontro con i giovani diventa per noi il luogo apostolico dell’incontro con Gesù. Il Signore vi benedica».
Molti i rappresentanti di gruppi della Famiglia salesiana presenti, che nei loro saluti hanno espresso vicinanza all’Istituto, sottolineando l’importanza del tema scelto.
Due giovani dell’Ispettoria romana, Anna e Jacopo, a nome di tutti i coetanei del mondo, hanno letto il loro messaggio alle FMA: «Voi siete per noi testimonianza di quella “casa fondata sulla Roccia”, in cui l’Amore di Dio si manifesta nella comunione fraterna, segno tangibile che affascina i giovani e che li fa sentire a casa. Uno spirito di famiglia che ti contagia e che passo dopo passo, ti permette di varcare quella “porta stretta” che conduce all’incontro con Gesù ed è allora che riconosci che il carisma ti è stato dato in dono, in quei gesti quotidiani che hanno accompagnato la tua crescita. Così ogni gesto e attenzione ai più piccoli, trova un senso nuovo: la gioia vera di essere strumento di evangelizzazione. Accanto a voi ci sentiamo protagonisti di una comune missione educativa, essere per altri giovani casa che evangelizza».
Al termine, Madre Yvonne, verificata l’attuazione degli adempimenti prescritti dalle Costituzioni e dai Regolamenti, ha dichiarato ufficialmente aperto il Capitolo generale XXIII dell’Istituto delle FMA.
La cerimonia si è conclusa con il canto a Maria eseguito dalle novizie FMA dei Noviziati di Castelgandolfo e di Roma.
Nel pomeriggio le Capitolari si sono ritrovate in Aula capitolare per la presentazione del Regolamento e del Cronogramma del CG XXIII. A seguire, tutte nelle Commissioni per le elezioni della Presidente, Vice-presidente, Segretaria e Scrutatrice.
La giornata si conclude con la celebrazione del Vespro e il solenne giuramento.

1_28_

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: