Skip to content

Testo: “Un cuore tutto per Dio … e per gli altri”

23 agosto 2013

sr maria del carmen

Un cuore tutto per Dio … e per gli altri

Catechesi a Mornese, 13 agosto 2013, in occasione del Confronto MGS Italia 2013

È per me un segno bello della Provvidenza poter essere oggi qui, a Mornese, con voi e condividere una catechesi di questo Confronto Italia 2013 che avete preparato con tanta cura, da tempo, creando una certa sensibilità riguardo la bellezza di vivere la vita testimoniando la gioia. A Mornese non è necessario parlare di Maín. Avete visitato i luoghi dove lei ha vissuto: sono come degli altoparlanti per i cuori aperti ai valori della vita, del servizio gratuito, della speranza. Vi sarete resi conto che Mornese è Maín e Maín è il cuore di Mornese.

“Abbiate un cuore tutto per Dio

Ciò che avete visitato e contemplato è stata soprattutto “un’esperienza”, l’esperienza di una giovane che ha vissuto il dono totale di sé agli altri, con il cuore pieno di amore perché lo riempiva costantemente di Dio e della vita abbondante che Egli solo dona. Diceva spesso “Abbiate un cuore tutto per Dio” e voleva dire “Abbiate un cuore tutto per gli altri. È questa espressione comunicata, ascoltata ed anche trasmessa nelle lettere da Maín, che vorrei commentare con voi come catechesi.

Le esperienze vitali sono il dono migliore per scoprire che Dio c’è e che si manifesta nella vita delle persone. Ho avuto la gioia di partecipare alla GMG 2013 a Copacabana, un luogo solitamente di “turismo di classe”, trasformato in festa della vita, dell’incontro, della comunicazione, dell’apertura a Dio. Tre milioni e mezzo di giovani su quella spiaggia sono stati invitati e inviati a essere discepoli missionari di Gesù, il Signore. Laggiù ho avuto l’opportunità di incontrarmi con tanti giovani del MGS e con tanti altri che non conoscevo, ma era così facile stabilire un dialogo in amicizia e profondità! A Copacabana si è rafforzata un’autentica cultura della comunicazione. Ho approfittato di questo vasto e interessante ambiente per dialogare, non solo con quelli che già conoscevo, ma anche con altri e altre giovani con cui ho potuto stabilire nuove amicizie. Juliana, giovane uruguayana di 19 anni, sollecitata da una semplice domanda da parte mia, mi ha spontaneamente raccontato il suo incontro con Gesù Cristo. Due anni fa ha deciso di ricevere il Battesimo e quest’anno i sacramenti dell’Eucaristia, della Riconciliazione e della Cresima: da allora Gesù occupa nella sua vita un posto importante. “Oggi, diceva, non posso guardare la vita senza di Lui, non mi posso immaginare senza che Lui sia presente nel mio quotidiano, quando sono con le amiche e gli amici, quando studio, quando condivido con i miei genitori o con altre persone… Lui mi riempie di gioia e di pace. Trovandomi con Lui ho imparato a guardare gli altri con occhi diversi, sono cosciente di essere passata dalla cultura dell’egoismo, dove il centro ero io e le mie cose alla cultura del dono e della solidarietà, sentendo come mie le necessità e i bisogni degli altri. Dono e solidarietà fino ad ora non erano parole del mio vocabolario: qui mi sono resa conto di queste nuove realtà ed ho aperto gli occhi sulla vita degli altri”. 

Scaricare la versione completa: Catechesi Confronto MGS Italia 2013

Scaricare la versione breve: SINTESI-Catechesi Confronto MGS Italia 2013

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: